Blog

Tex secondo Letteri

slider1-1024x576

Guglielmo Letteri è stato il primo disegnatore ad alternarsi con Galep nella realizzazione di Tex ed è presto diventato il perfetto interprete dell’immaginario fantastico bonelliano, tant’è vero che tutti gli riconoscono un particolare talento nel rendere al meglio le atmosfere e le situazioni magiche e misteriose, tenendole tuttavia ancorate a un sano e robusto realismo: caratteristiche queste che si ritrovano entrambe nel suo personaggio più famoso, El Morisco, il saggio curandero esperto in ogni scienza occulta (di cui a lungo ebbe l’esclusiva).

Letteri era l’interprete ideale per quelle storie di Tex ambientate magari nei sotterranei della Chinatown di San Francisco, con bande di perfidi cinesi, scatenate risse con coltelli, bastoni e pugni, grate di acciaio allargate a forza di braccia, uomini divorati vivi dai topi, fumerie d’oppio, bische clandestine, fogne maleodoranti, cunicoli allagati, passaggi segreti e bellissime donne.

Letteri è stato l’indimenticato autore di sequenze memorabili: la sfrenata cavalcata di Tex attraverso la prateria in fiamme (Lo sfregiato); la bellissima strega indiana che guidava contro Tex lupi famelici ed un mostruoso licantropo (Diablero!); Il fiore della morte, un organismo vegetale alieno che uccideva per nutrirsi del sangue delle vittime. Tutte storie disegnate da Letteri.

Ma ogni lettore ha in mente decine di altre storie rese graficamente da Letteri, che riusciva a rendere le immagini con disegni essenziali, puliti ed efficaci, così diversi da quelli di Galep, più sporchi e carichi di segni.

A dieci anni dalla sua scomparsa ci siamo accorti che non esisteva un’opera aggiornata su Letteri. Così, grazie a due esperti come Moreno Burattini e Stefano Priarone, questo Tex secondo Letteri offre a tutti gli appassionati texiani un’approfondita ricostruzione della vita e della produzione artistica di questo autore e delle cinquanta storie di Tex da lui disegnate. Completano il volume un’introduzione di Claudio Nizzi ed un ricordo di Letteri di Mauro Boselli, che tante sceneggiature hanno scritto per lui.
In appendice pubblichiamo due storie disegnate da Letteri. Il dente del lupo del 1963 è un’avventura in cui Letteri ha dimostrato la sua capacità di dare una convincente caratterizzazione di un personaggio non suo, Pecos Bill, reso in maniera molto personale, ma al tempo stesso fedele all’immagine tradizionale. Probabilmente sono state proprio queste tavole a spingere Sergio Bonelli ad ingaggiarlo per Tex. Fra l’altro in questa storia Letteri ha modo di disegnare molti personaggi femminili, dimostrandosi perfettamente a suo agio con ragazze giovani e sexy, come avrebbe egregiamente confermato nelle sue storie di Tex.

Il secondo racconto, Rick Master, è un piccolo capolavoro ed è il primo lavoro commissionato a Letteri da Sergio Bonelli, la prova generale per le avventure di Tex a San Francisco.Rick Master è infatti un detective che agisce in una San Francisco di fine Ottocento dominata dalle “tong“, le sinistre sette segrete cinesi e deve affrontare la banda del Drago, una gang che spaccia oppio e hashish fatti venire dall’Oriente.

Moreno Buratini Stefano Priarone

Tex secondo Letteri

17 x 24, 240 pagine b/n, brossurato 

€ 19,00

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail