Shop

sovracoperta_LARRY-YUMA5

Larry Yuma vol. 5 – Arizona Express – Frisenda Edition

€ 30,00

95 disponibili (ordinabile)

In omaggio a Claudio Nizzi e alla sua trentennale esperienza con Tex, continua la nostra iniziativa di far realizzare per ciascun volume diLarry Yuma
un’edizione speciale con una copertina “alternativa” in cui un disegnatore di Tex dà una sua personale interpretazione di Larry Yuma. Da questo numero l’immagine di copertina è riprodotta anche in una serigrafia realizzata in collaborazione con Comixando, specializzata appunto in riproduzioni artistiche di fumetti.
Dopo Gianluca Cestaro, Fabio Civitelli, Maurizio Dotti e Andrea Venturi che hanno realizzato le cover dei primi quattro volumi, è il turno diPasquale Frisenda, uno dei più importanti disegnatori della collana, che fin da ragazzo è stato suggestionato dal cavaliere solitario di Nizzi e Boscarato. La sua copertina sintetizza tutto il mondo di Larry Yuma in un’unica immagine in cui compare l’eroe, con il suo sigaro e la coperta, i banditi, la banca, il villaggio indiano ed il treno che omaggia la storia che dà il il titolo al volume.
Sconto 15% riservato Soci Allagalla 2016
Autore: Claudio Nizzi
Disegnatore: Carlo Boscarato
Dimensioni: 21×30 cm
Copertina: morbida plastificata con sovracover
Pagine: 240
Colore: b/n
Rilegatura: filo refe
Tiratura: 150 copie numerate
Prima ed. :2015
ISBN: 

Descrizione prodotto

In omaggio a Claudio Nizzi e alla sua trentennale esperienza con Tex, continua la nostra iniziativa di far realizzare per ciascun volume di Larry Yuma un’edizione speciale con una copertina “alternativa” in cui un disegnatore di Tex dà una sua personale interpretazione di Larry Yuma. Da questo numero l’immagine di copertina è riprodotta anche in una serigrafia realizzata in collaborazione con Comixando, specializzata appunto in riproduzioni artistiche di fumetti.
Dopo Gianluca Cestaro, Fabio Civitelli, Maurizio Dotti e Andrea Venturi che hanno realizzato le cover dei primi quattro volumi, è il turno di Pasquale Frisenda, uno dei più importanti disegnatori della collana, che fin da ragazzo è stato suggestionato dal cavaliere solitario di Nizzi e Boscarato. La sua copertina sintetizza tutto il mondo di Larry Yuma in un’unica immagine in cui compare l’eroe, con il suo sigaro e la coperta, i banditi, la banca, il villaggio indiano ed il treno che omaggia la storia che dà il il titolo al volume, Arizona Express. All’origine di Arizona Express, che apparve sul Giornalino nel 1984, c’era il desiderio di Claudio Nizzi di tornare a scrivere una vicenda più lunga e complessa dopo un periodo di otto anni in cui aveva scritto solo storie di 10-12 tavole, una scelta imposta dalla direzione del Giornalino che aveva voluto allineare la propria politica editoriale alla moda del tempo, quando le riviste a fumetti allora più vendute (Intrepido, Monello, Lanciostory, Scorpio) pubblicavano solo storie complete. Il desiderio di Nizzi era reso più acuto dal fatto che, ormai da qualche anno, scriveva le storie di Tex per la Sergio Bonelli Editore e si era abituato a dipanare avventure di 200 o 300 pagine.
Con 48 tavole a disposizione Nizzi può imbastire una storia ricca di tutti le più tipiche  del western, dagli apache ai trafficanti d’armi, dall’assalto al treno alla forzata convivenza di un gruppo eterogeneo in pericolo (come nel classico Ombre rosse di Ford), il tutto condito con un pizzico di giallo e sorpresa finale. Abbiamo affidato a Paolo Vecchi, già professore presso l’Università di Parma di Storia e critica del cinema, il compito di rievocare temi e suggestioni offerti dalla presenza del treno nel cinema western. Sarà l’occasione per ricordare titoli e immagini mitiche che tanto hanno influenzato anche il fumetto italiano. All’origine di Arizona Express, che appare sul Giornalino nel 1984, c’è il desiderio di Claudio Nizzi di tornare a scrivere una vicenda più lunga e complessa dopo un periodo di otto anni in cui ha scritto solo storie di 10-12 tavole, una scelta imposta dalla direzione del Giornalino che ha voluto allineare la propria politica editoriale alla moda del tempo, quando le riviste a fumetti allora più vendute (Intrepido, Monello, Lanciostory, Scorpio) pubblicavano solo storie complete. Desiderio reso più acuto dal fatto che Nizzi, ormai da qualche anno, scrive le storie di Tex per la Sergio Bonelli Editore e si è abituato a dipanare avventure di 200 o 300 pagine. Con 48 tavole a disposizione Nizzi puà imbastire una storia ricca di tutte le più tipiche tematiche del western, dagli apache ai trafficanti d’armi, dall’assalto al treno alla forzata convivenza di un gruppo eterogeneo in pericolo (come nel classico Ombre rosse di Ford), il tutto condito con un pizzico di giallo e sorpresa finale. Le storie brevi di Larry Yuma non sono comunque meno godibili di quelle lunghe, perché i tempi delle avventure di Larry sono sempre serratissimi ed è l’economia narrativa a farla da padrona, così come nel caso dei dialoghi essenziali. Infatti, nonostante il vincolo di pagine precluda molte opportunità narrative, la solida professionalità di Nizzi dà vita a racconti sempre diversi, ricchi di personaggi e di trovate. Da una storia “fluviale” come Il settimo marinaio si passa a una di sapore dickensiano come La vita è dura, ragazzo; da una vicenda piena di stratagemmi come Astuzia per astuzia a una drammatica e crepuscolare come Il villaggio dell’esilio. Nella storia Un terribile sospetto, il figlio di un prestigiatore itinerante è tormentato dal dubbio che il padre abbia commesso un assassinio, mentre in Bagliori di rivolta il vecchio capo Sarapho, a differenza del giovane e scalpitante Naiche, ha combattuto per anni i bianchi e sa che contro di loro la guerra non può essere vinta. Come sempre in Larry Yuma, abbiamo tutta una galleria di personaggi perfettamente caratterizzati, che sono la forza della serie e spesso superano gli stereotipi del genere. Ad esempio, il vecchio e simpatico cercatore d’oro de Il cacciatore di chimere, ha poco da spartire con i burberi vecchietti dal cuore d’oro interpretati in tanti western da Walter Brennan o Arthur Hunnicutt, ma ricorda piuttosto certi personaggi della commedia all’italiana o del teatro di Eduardo, che si lasciano fuorviare dal miraggio della ricchezza.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti registrati che hanno comprato questo prodotto possono lasciare una recensione.

Allagalla effettua spedizioni settimanali tutti i martedì